top of page
  • Immagine del redattoreGiada Ulivi

A tutto c'è rimedio

Aggiornamento: 14 ago 2023

Su quel ponte non c’ero mai passata. A dir la verità non sapevo neanche che esistesse. Lo percorro a intuito, fingendo di non vedere giù per non avere le vertigini. Oggi non ho voglia di finire in Vertigo di Hitchcock, ma ci sono già cascata. La realtà può non essere reale, ognuno vede quello che può. Come il fotografo appostato su questo ponte, con un teleobiettivo a due centimetri dalla grata di sicurezza che mette un’insicurezza spaventosa. Lo vedo mentre guarda questo paesaggio suburbano e mi sembra di sentire nei clic della macchina fotografica il suo di intuito probabilmente poetico e generoso che ritrae quello squallore in cui non camminerebbe nemmeno uno dei personaggi dei Miserabili come fosse un romantico crocevia denso di storie dal travaglio appassionante. – Buongiorno, sono qui per spostare un appuntamento – Il telefono squilla incessantemente e la coda aumenta. C’è quello col mal di schiena e quello che tossisce. – Mi da un foglio bianco, grande? – Arriva il foglio che c’è, verosimilmente un A5 e quello col mal di schiena si siede. – Se fosse possibile vorrei fissare il 19 anziché il 9, no non mi è possibile il 18 perché sarò in viaggio. Eh no, dopo il 19 riparto e quello sarà un viaggio ancora più lungo, forse non torno prima di tre settimane. Sì ho diverse patologie e mi serve questa visita. E’ importante. No, il 9 no e il 18 no. Il 19. Scusi ma non si potrebbe fare nel pomeriggio? Primo pomeriggio, se possibile –

Quanto è importante una cosa importante? Forse dovrei chiederlo a Scottie interpretato da James Stewart mentre viene colto dal panico sulle scale del campanile e non riesce a salvare la donna amata. Se il panico prende il sopravvento forse è lui più importante in quel momento. Si prende la scena, si prende l’importanza prevalendo sulla volontà di Scottie. Volere è potere? Buonanotte al secchio. – Scusi sia così gentile da mettermi il timbro qui, è la richiesta per la fisioterapia non agonistica. No, non la palestra. La fisioterapia non agonistica. Sì, la palestra – Il certificato di malattia per quello col mal di schiena, la visita per quello che tossisce, timbro, foglio, appuntamento per il 19 nel primo pomeriggio. Il fotografo starà scaricando le foto della giornata, mentre Scottie capisce di essere stato ingannato e trova la forza di superare le vertigini perché alla fine sia più importante salvare la donna amata reale rispetto a quella immaginata. Io guardo quel segretario gentile che si è destreggiato con garbo senza cedere neanche un secondo alla giusta tentazione di piantare tutti con un bel No secco e uscendo gli dico – Sei un santo – In fondo, a tutto c’è rimedio.

10 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Che anno

コメント


コメント機能がオフになっています。
bottom of page