top of page
  • Immagine del redattoreGiada Ulivi

Fuga

Aggiornamento: 14 ago 2023

Abbaia, abbaia forte

scuoti la terra lontana da cui provieni

che s’alzino di notte

all’udire straziante che più non dormano

sapendo l’inconcepibile

frettolosa fuga di sabbia e sangue

punga coscienza viva o morta dilanii

come echi concentrici infiniti le carni, le idee.

Abbaia, abbaia forte.

9 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

コメント


コメント機能がオフになっています。
bottom of page